roberto moretto

 

Profilo

 

profilo

Nato a Bassano del Grappa nel 1972, dove a tutt’oggi vive e lavora. Dopo il diploma di geometra prosegue la formazione nell’ambito edilizio frequentando la facoltà di Architettura di Venezia dove nel 2000 si laurea e nel 2001 consegue l’abilitazione all’esercizio della professione. Durante il percorso formativo collabora con studi professionali della propria città mantenendo vivo l’interesse per la praticità del lavoro.

 

Dopo la laurea matura significative esperienze progettuali e collaborazioni con studi professionali ed imprese di costruzioni in cui svolge attività di progettazione architettonica, restauro e direzione lavori (sia nell’ambito pubblico che privato) dall’acquisizione della commessa sino alla consegna del cantiere.

Sempre attento agli aspetti del costruire finalizzati al risparmio energetico, dal 2007 svolge in autonomia la libera professione accompagnando i propri clienti verso la realizzazione delle loro aspettative abitative.

 

 

Progetti

clicca sull’immagine per entrare nel dettaglio del progetto

progetto 1

progetto _ 1

progetto 2

progetto _ 2

progetto 3

progetto _ 3

progetto

progetto _ 4

progetto

progetto _ 5

seguimi su: facebook

 

Realizzazioni

clicca sull’immagine per entrare nel dettaglio del progetto

casa a

casa a. _ 2007

ca' bregoni

ca' bregoni _ 2009

casa c

casa c _ 2010

casa f

casa f _ 2011

casa p

casa p _ 2012

bagno c

bagno c. _ 2010

seguimi su: facebook

 

Contatti

 


Studio:

  • via enrico toti, 17
  • bassano del grappa - vi - italy
  • tel e fax +39 0424 37916
  • cell +39 333 52.82.668
  • info (at) robertomoretto (.) it

 

progetto _ 1

 

edificio unifamiliare angolo S-W edificio unifamiliare angolo N-E

progetto 1

 

studio di un edificio unifamiliare

 

 

progetto _ 2

 

edificio trifamiliare vista 1 edificio trifamiliare vista 2 edificio trifamiliare vista 3 edificio trifamiliare vista 4 edificio trifamiliare vista 5 edificio trifamiliare vista 6
roberto moretto roberto moretto roberto moretto roberto moretto

progetto 2

 

studio di un edificio trifamiliare ad alta efficienza energetica

 

 

progetto _ 3

 

la soluzione espositiva aperta la soluzione espositiva vista 2 gli elementi espositivi all'interno del container prima della chiusura la chiusura dello stand il container espositore pronto per il trasporto

progetto 3

 

studio di una esposizione itinerante completamente richiudibile basata sulle dimensioni di un container per una migliore gestione in fase di spedizione e allestimento

 

 

progetto _ 4

 

modulo singolo e variante compositiva modulo base

progetto 4

 

realizzazione di uno stand modulare in alluminio (cm 300x300) con rapido sistema di montaggio e implementabile in funzione degli spazi espositivi disponibili

 

 

cmg _ 2010

 

pianta e prospetto bagno 1 pianta e prospetto bagno 2 pianta e prospetto bagno 3 bagno esposizione showroom

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

progettazioni bagni per conto di C.M.G.

 

 

casa a. _2007

 

vista dell'edificio l'idea progettuale: il passaggio vetrato la realizzazione il progetto: vista del corridoio e della veranda la realizzazione particolare del portico

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

La costruzione del nuovo edificio, tipico della campagna veneta a ridosso della collina ha comportato la realizzazione di un muro di contenimento del terreno presente sull’intera lunghezza della casa.

 

Il progetto vuole portare tale presenza a essere parte integrante dell’edificio, oltre a creare degli spazi esterni maggiormente fruibili. Si è previsto la realizzazione di una veranda e di un portico che oltre ad aumentare lo spazio annesso alla residenza, consentono di dare all’edifico una maggiore protezione in caso di intemperie.

 

La forma dei nuovi volumi è semplice, in linea con la composizione volumetrica del costruito, volutamente resa il meno invasiva possibile nell’ambiente circostante mediante l’utilizzo di una struttura trasparente eseguita con un telaio in acciaio zincato e colorato e tamponature in vetro.

 

 

ca' bregoni _ 2009

 

l'edificio prima dell'intervento l'edificio dopo l'intervento l'edificio prima dell'intervento l'edificio dopo l'intervento la facciata nord - prima dell'intervento la facciata nord - dopo l'intervento

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

Il grande edificio rurale, tipico della campagna veneta risale ai primi dell’800. Verso la fine dello stesso secolo è stato aggiunto, in continuità, un blocco stalla–fienile. La tipicità dell’edificio lo rendono di interesse storico ambientale. Il blocco stalla-fienile è stato l’oggetto dell’intervento di restauro; i vincoli consentivano modifiche interne alla sagoma mantenendo inalterate le caratteristiche estetiche e volumetriche esistenti. Si è approntato un progetto che consentisse di dare all’immobile l’indipendenza dal resto dell’edificio e di creare un nuovo piano interrato in cui posizionare i locali accessori necessari alla vita quotidiana di una famiglia. Tali esigenze hanno portato ad una soluzione con un piano terra incentrato sulla presenza di un blocco centrale attorno al quale si sono distribuiti i vari ambienti. Una scala in linea consente il collegamento al piano interrato e al piano primo in cui è stata realizzata la zona notte. Esternamente le murature, attraverso un’idrosabbiatura, sono state ripulite dalla vegetazione e dal vecchio intonaco per poi essere consolidate e protette con un antivegetativo riportando l’edificio al suo aspetto originario.

 

 

casa c. _ 2010

 

particolare della scala vista interna - prima dell'intervento vista interna - durante i lavori vista interna - dopo l'intervento l'insieme dei materiali la zona pranzo

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

Intervento di ristrutturazione interna finalizzato alla razionalizzazione degli spazi e all’apporto massimo di luce negli ambienti, obiettivi raggiunti mediante la creazione di un soppalco nella zona soggiorno e la realizzazione di nuove aperture. Il nuovo soppalco si inserisce in modo leggero nell’ambiente grazie all’utilizzo del vetro come parapetto e alla scelta di sbiancare la struttura portante eseguita in acciaio e legno. L’accostamento di due tipologie di pavimentazione ha consentito di mettere in risalto i piani sfalsati dell’edificio individuando inoltre il corpo scale di collegamento mediante il rivestimento del setto portante in listelli di pietra. E’ stata completamente rifatta la parte impiantistica con la realizzazione dell’impianto di riscaldamento a pavimento integrato da pannelli solari in copertura.

Materiali: biancone spazzolato – rovere spazzolato – travertino nazionale con inserti in travertino giallo iraniano.

 

 

casa f. _ 2011

 

plastico di studio plastico di studio plastico di studio plastico di studio lo scavo le fondazioni

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

Progetto di un edifico unifamiliare disposto su un unico piano con un piccolo dislivello tra la zona giorno e la zona notte. Planimetricamente l’edificio si presenta di forma regolare, con un’appendice a ovest destinata ad autorimessa. La distribuzione dei locali nasce da un’attenta analisi dell’orientamento del lotto che ha portato a sviluppare la zona giorno e il portico annesso con affacci verso sud ed est per sfruttare nel miglior modo possibile gli apporti solari durante tutto l’anno rendendo i locali ben illuminati da grandi finestrature, opportunamente schermate da un elementi frangisole. La scelta progettuale ha portato alla riduzione degli affacci a nord per un miglior contenimento energetico e per una maggior privacy rispetto alla viabilità presente, seguendo criteri di sostenibilità ed efficienza energetica. L’immobile sarà dotato di impianto solare e fotovoltaico per l’utilizzo di fonti rinnovabili oltre ad un sistema domotico per la sua gestione e controllo.

 

 

casa p. _ 2012

 

edificio bifamiliare - vista 1 edificio bifamiliare - vista 2 edificio bifamiliare - vista 3 edificio bifamiliare - vista 4 edificio bifamiliare - inserimento fotografico edificio bifamiliare - inserimento fotografico

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

Progetto di un edificio bifamiliare eseguito su un terreno di forma trapezoidale, la cui conformazione, unitamente alle esigenze della committenza hanno portato allo sviluppo di una struttura ad L su due piani fuori terra più uno interrato. Al piano terra sono presenti i locali di relazione mentre al piano primo trovano ubicazione le camere con l’individuazione dei locali a servizio nel piano interrato. Il volume dell’edifico è caratterizzato dalla presenza di corpi annessi al piano terra e aggettanti al piano primo che identificano rispettivamente le autorimesse e le logge, anche mediante l’utilizzo di finiture estetiche diverse.

 

 

bagno c. _ 2010

 

progetto il lavabo doppio progetto l'angolo doccia

PROGETTO E DIREZIONE LAVORI

 

realizzazioni di un bagno privato